Perché dovresti mangiare l’intera mela, il nucleo e tutto

Quando stavo crescendo, c’era un bambino di qualche anno più grande di me che viveva nella casa accanto. Il suo nome era Jimmy. Era leggero ma era veloce, e aveva un buon tiro, il che significava che mi batteva in partite di basket uno contro uno nel suo vialetto d’accesso ogni volta. Alzai lo sguardo su di lui, e ogni sabato andavo in giro in silenzio con lui e suo padre per le partite di pallacanestro della sua chiesa. Suo padre era l’allenatore, e Jimmy avrebbe sempre segnato a doppia cifra. Sulla strada verso casa nella loro Buick Regal, avrei ripassato il gioco e avrei raccontato a Jimmy quello che pensavo fossero i suoi scatti migliori. Ricordo quei sabati come se fossero ieri.

O, dovrei dire, ricordo le mele. Il papà di Jimmy amava le mele e ne mangiava una su ogni singolo disco per i giochi. L’odore avrebbe riempito la macchina, e alla fine del viaggio tutto quello che volevo era una mia mela. Penso a lui e alle auto che ogni anno percorrono giostre quando casse di mele riempiono i mercati dei contadini e le loro fattorie si aprono al pubblico. Ci sono pochi piaceri semplici come mordere una mela croccante, croccante, fresca e leggermente dolce, e finire l’intera faccenda. sì, l’intera cosa. I semi, il nucleo, la fine del fiore: si mangia l’intera cosa tranne che per il gambo. Il padre di Jimmy lo ha fatto, e da allora l’ho sempre fatto anche io.

Le persone prima ti guarderanno in modo divertente, ma poi ci proveranno e diventeranno dei convertiti alla mela intera. Non ci sono sprechi e, devo dire, c’è qualcosa di veramente spirituale nel mangiare un intero frutto. Qualcuno mi ha detto che i semi di mela contengono tracce di cianuro. Forse. Tutto quello che so è che ho mangiato migliaia di mele e semi di mela, e sono ancora in giro. Nulla mi impedirà di mangiare l’intera mela. Ora, se posso solo convincere la mia figlia maggiore a fare lo stesso. È un po ‘scettica. Forse dobbiamo fare un giro.