La nostra controproposta: quanto spazio hai bisogno nella tua cucina

Ultime notizie: non hai bisogno di nuovi gadget per il tuo gioco in cucina. È vero, non diventeremo poetici per gli elettrodomestici nuovi o le spezie indispensabili. In effetti, ti consigliamo di creare Di Più di un vuoto nella tua vita di cucina. Beh, per essere precisi, stiamo dicendo che è necessario dare la priorità a quello strumento di cottura più essenziale (ma più ignorato): spazio vuoto sul bancone.

“È ridicolo che ci prendiamo tanta cura nell’organizzare i nostri ambienti d’ufficio, dove non c’è nulla di pericoloso – non usiamo più nemmeno le forbici – e tuttavia non pensiamo tanto alla sistemazione della cucina, a un ambiente dove ci sono coltelli affilati , frittura di grasso intenso, acqua bollente e pavimenti scivolosi “, dice Jeff Potter, autore di Cooking for Geeks: Real Science, Great Cooks e Good Food. “E qualunque cosa tu faccia in una cucina, lo fai su un piano di lavoro.”

In altre parole, non è possibile rimuovere la parte superiore della lavastoviglie e considerarsi pronti a preparare un pasto di sette portate. Fortunatamente, Potter ha inventato una formula per capire esattamente come si dovrebbe disporre lo spazio del bancone della cucina, e lo sta condividendo con noi.

Se devi sporgerti troppo lontano, in genere non userai quell’altro lato del bancone per la cottura vera e propria. Foto: immagini UpperCut / Getty Images

La regola 3×4

La regola più importante è quella che si applica a tutti i cuochi casalinghi: Hai bisogno di tre contatori separati, e dovrebbero essere lunghi circa quattro piedi. Chiamalo la regola 3×4.

“Invariabilmente, cucini in tre diverse fasi: preparazione, cottura e roba sporca,” dice Potter. “Se stai facendo i biscotti, mescoli l’impasto, poi metti i biscotti sul vassoio per cuocere, poi hai un mucchio di piatti sporchi.” Se non hai quel terzo contatore per accumulare i piatti sporchi, metterli invece nel lavandino, ma questo significa che non puoi usare il tuo lavandino per qualcos’altro, e tutta la cucina si rompe. “

Avere tre contatori separati, uno dedicato a ciascuna fase del processo di cottura, significa che non è necessario posizionare il cibo cotto su spazi che contengono solo pollo crudo, e le scodelle sporche non eliminano le verdure appena tagliate. La tua cucina è ottimizzata per l’efficienza in tutte le fasi della cottura.

Per quanto riguarda la regola di quattro piedi: Secondo Potter, che fornisce abbastanza spazio per le tavole, le ciotole, le teglie e gli accessori assortiti di ogni fase di una ricetta tipica. “Pensa all’incirca alla dimensione dei due fogli di biscotti che metterai nel forno, con spazio per una ciotola di pasta biscotto in mezzo”, dice. (A Potter piace cucinare biscotti.)

Più grande non è necessariamente migliore: A quattro piedi, un segnalino assicura ancora che tutto sia all’incirca a portata di mano per un adulto in piedi posizionato al centro. La profondità dipende anche dalla tua portata: i cuochi più alti hanno un paio di pollici in cuochi più corti, ma mantengono la posizione di due piedi e dovresti stare bene. La chiave è ricordare che generalmente non utilizzerai parti di un contatore che non puoi raggiungere semplicemente estendendo un braccio. In modo che un’isola da cucina extra-profonda, con la punta di granito, ti abbia appena riempito metà del tuo budget di ristrutturazione? Contare solo sull’utilizzo del mezzo più vicino alla stufa.

Di sicuro è accogliente, ma il layout di questa cucina significa che almeno un contatore tanto necessario è sempre appena fuori dalla portata. Foto: Trinette Lettura / fusione di immagini

Il tuo universo a sei passi

Se i tuoi contatori formano una “L”, una “U” o sono disposti su linee parallele, non importa tanto quanto richiedono di spostarti da una stazione all’altra. Idealmente, quando stai cucinando, il tuo intero universo di lavoro dovrebbe riempire un cerchio di non più di sei passi di diametro-Se devi prendere più di due o tre passaggi per passare da una stazione all’altra, stai rallentando il passo, introducendo maggiori opportunità per i rigori e stancandosi inutilmente.

Se possibile, i contatori devono essere disposti in modo tale che gli ingredienti e gli strumenti di cui hai bisogno più spesso siano più vicini di qualsiasi altra cosa. Se sei per lo più un fornaio, sarai contento di avere il tuo armadietto di farine e zuccheri proprio accanto al tuo mixer, e pentole e padelle possono permettersi di vivere verso la periferia. “Le cose che usi attivamente dovrebbero essere vicine o appena passate la mano”, dice Potter. “E per me, il centro del mio universo di cucina è quasi sempre un piano di lavoro con un tagliere su di esso.”

Quando hai troppo poco spazio (o troppo)

Se vivi in ​​una grande città, tre banchi da quattro piedi possono essere un lusso. Quindi devi accontentarti di quello che hai. Le soluzioni creative potrebbero includere la ricerca di un tagliere di grandi dimensioni che si adatti al lavandino o una parte inutilizzata della gamma, o di ottenere una tavola due per quattro che puoi posizionare da qualche parte in un corridoio vicino (che è ciò che ha fatto Potter quando ha era uno studente in un minuscolo appartamento nel Rhode Island). Non è l’ideale, ma renderà più tollerabile una situazione di cottura indesiderabile.

D’altra parte, se ti trovi in ​​una cucina troppo grande, potresti scoprire che i contatori sono troppo lontani per poter essere usati comodamente. Anche qui, un controsoffitto temporaneo è la risposta. “Prendi un carrello da cucina, getta un blocco da macellaio e posizionalo vicino al tuo spazio di lavoro”, dice Potter. “Tada! Hai un piano di lavoro funzionale e di bell’aspetto.”

Sia che tu stia preparando la cena in una passeggiata di dimensioni ridotte o in una grande villa, la parte più importante di ogni ricetta è assicurarti di avere abbastanza spazio per cucinare in modo sicuro e buono. Spazio: è l’ultima frontiera della cucina.