La carne alla Stroganoff è chiamata esattamente per chi?

Quest’inverno, stiamo combattendo contro il freddo con un classico vecchio stile, e intendiamo VERAMENTE vecchio stile: manzo alla Stroganoff. Questo piatto è stato inventato qualche tempo nei primi anni del 1800 e ha avuto il suo apice americano negli anni ’50 e ’60, ma da allora è caduto in disgrazia (e sapore). Tuttavia, non siamo ancora pronti a mandare la carne alla Stroganoff al pascolo, perché questo piatto può essere molto più che la ricetta standard di carne macinata, cipolle e crema di zuppa di funghi. Ad esempio, abbiamo una versione che richiede tri-tip, dolce paprika ungherese e finferli. Un’altra versione richiede filetto, Cognac e panna da montare.

Ma chi era Stroganoff, esattamente? Un santo? Un playboy? Un tiranno?

A quanto pare, l’omonimo del piatto-Conte Pavel Aleksandrovich StroganoffEra una specie di fusto.

Secondo la Stroganoff Foundation, che si dedica a “preservare l’eredità artistica lasciata in Russia dalla famiglia Stroganoff”, le origini del clan Stroganoff risalgono a poco prima del regno di Ivan il Terribile. Nel 1300, la famiglia aumentò le sue fortune attraverso il commercio, l’acquisizione di terreni e l’estrazione del sale. Poi, quando Ivan il Terribile suggellò il suo controllo su Mosca e tutti i suoi stati circostanti, la matriarca della famiglia Stroganoff (Anika Feodorovitch, 1488-1570) fece un azzardo azzardato afferrando gran parte della Siberia e alleandosi con Ivan, cedendogli il territorio in cambio di una sovvenzione per terreni a lungo termine. In effetti, ciò ha reso la famiglia Stroganoff il gestore de facto di tutta la Siberia.

Flash-forward al 17 ° secolo e gli Stroganoff erano ancora strettamente allineati con il governo zarista, e molto più ricco per questo. La famiglia faceva ora parte di un’aristocrazia russa in grado di saltare l’Europa, motivo per cui il conte Pavel Stroganoff (1774-1817) nacque a Parigi. Figlio del conte Alexander Sergeyevich Stroganoff e della principessa Ekaterina Troubetzkaya, Pavel è in gran parte una nota in calce alla storia russa. Nonostante sia un po ‘di basso profilo (come può sembrare un membro ridicolmente ricco dell’élite russa), servì come diplomatico in Gran Bretagna e generale nelle guerre napoleoniche (per il quale ottenne la croce di San Giorgio, uno dei più alti onori militari della Russia).

La spaccatura francese / russa del conte Stroganoff si fece strada nella sua dieta, dato che gli aristocratici russi spesso assumevano cuochi francesi ma conservavano un palato affinato nella patria. Secondo il ricettario Un assaggio di Russia, la ricetta originale di manzo alla Stroganoff derivata da una senape francese di base per la carne di manzo, unita ad una cucchiaiata di panna acida russa, che lo chef di Stroganoff ha intitolato al suo benefattore.

Lo stesso conte è morto di tubercolosi all’età di 43 anni, da qualche parte vicino a Copenhagen. Il suo clan visse nel lusso fino al XIX secolo, e oggi sopravvive grazie ad una vasta collezione d’arte e ad una grande tenuta a San Pietroburgo, nota come Stroganoff Palace.

Puoi anche visitare lo Stroganoff Palace se lo desideri. È stato nazionalizzato nel 1917 e nel 1990 è entrato a far parte del museo russo dello stato. Basta non arrivare a cercare “autentici consigli per le ricette di famiglia” dai veri membri della famiglia Stroganoff. L’ultima erede della dinastia Stroganoff, la contessa Olga, morì nel 1837.