Lascia cadere la barbabietola evitando questi 4 errori comuni

Ci sono due tipi di persone in questo mondo: quelli che amano le barbabietole e quelli che non hanno dato loro una possibilità. Se ti trovi nell’ultimo campo, è possibile che la radice (heh, heh) del tuo odio provenga da incontri con barbabietole secondarie. Trattali bene e sono meravigliosamente dolci. Ma commetti questi crimini contro le barbabietole e loro hanno un sapore terroso, cattivo, ottuso e completamente fangoso. Ecco cosa la maggior parte della gente sbaglia quando si prepara la barbabietola.

1. Non proteggere le mani, taglieri e controsoffitti

“Indossa i guanti”, dice BAL’editor di cibo digitale associato Rick Martinez. “Basta indossarli.” Le barbabietole macchiano tutto ciò con cui vengono a contatto, sia crude che cotte. I guanti in lattice economici manterranno le tue dita non diventate viola (i guanti sono utili anche quando si preparano peperoncini piccanti o curcuma). Un tagliere di plastica è la soluzione migliore per tagliare le barbabietole, in quanto può essere lavato e sbiancato. Se lavori con un tagliere di legno di alta qualità, prendi una pagina dal libro di Martinez: mettila in linea con alcuni fogli di carta pergamena. Se il tuo coltello taglia la carta, sostituisci la carta! Il legno è poroso e le macchie sono quasi impossibili da rimuovere, quindi vale la pena essere vigili. Se stai frantumando le barbabietole con una grattugia a scatola, posizionala sopra un tegame bordato. Questo catturerà i pezzi grattuggiati senza macchiare la tua tavola. Non lavorare mai con le barbabietole sul marmo. Una volta macchiato, sei praticamente sfortunato.

BORSCHT
Alex Lau

Le bucce di barbabietola aggiungono una consistenza sgradevole alla zuppa, quindi rimuovile prima. Foto: Alex Lau

2. Sbucciare inutilmente

Barbabietole per arrostire o bollire per un’insalata o un tuffo cremoso? Non sprecare il tuo tempo a sbucciarli prima di cucinare. Le pelli di barbabietola sono molto più facili da rimuovere una volta cotte-La barbabietola si aprirà. L’unica volta in cui hai davvero bisogno di sbucciare le barbabietole crude è quando le mangerai crude, come in uno slaw, (la pelle ha un sapore amaro), o se saranno purificate in una zuppa, come il borscht.

3. Lancio dei verdi

Se sei abbastanza fortunato da trovare barbabietole con le cime attaccate, non buttarle via. I verdi di barbabietola sono sani e versatili: puoi cuocerli a vapore, saltarli in padella, aggiungerli a patatine fritte e uova strapazzate o semplicemente strapparli in pezzi da mordere per un’insalata. Se stai acquistando barbabietole nel cuore dell’inverno, probabilmente non avranno le loro cime (i verdi appassiranno molto più velocemente della porzione di radice della verdura, quindi non verranno conservati insieme). Quando acquisti le barbabietole con le loro cime, tagliale via dalla radice e tenerli avvolti liberamente in un tovagliolo di carta umido in un sacchetto di plastica inserito nel cassetto più fresco del tuo frigorifero. Dureranno per alcuni giorni così, mentre le barbabietole attuali manterranno per alcune settimane.

marinate barbabietole-con-patate-e-rafano
Peden & Munk

Queste barbabietole sono marinate con aceto di Sherry e poi condite con una vinaigrette erbacea. Foto: Peden + Munk

4. Non bilanciare gli aromi amari

Sì, le barbabietole sono saporite e un po ‘amareggiate. Anche se questa non è una brutta cosa, dice Martinez sono i migliori se abbinati a sapori brillanti, dolci e freschi. Se le stai facendo bollire, aggiungi molto sale (come se tu fossi bollente) e circa un quarto di tazza di aceto di vino rosso in acqua. Se stai arrostendo, puoi aggiustare i sapori in seguito. Prova a marinarli con la scorza degli agrumi, l’aglio, lo scalogno, l’aceto e ancora, abbondante sale. “Le barbabietole hanno bisogno di una nota forte e forte”, spiega, per contrastare e completare le loro sottotono sorde e sporche.

Qualcuno ha chiesto dozzine di ricette di barbabietole?