Come ottenere il massimo dalla tua pasta sfoglia surgelata

“Trattati bene, la pasta sfoglia è l’ultima scorciatoia per deliziosi prodotti da forno”, dice Dawn Perry, editor di cibo digitale. Con un reclamo del genere, vale la pena di esaminare come si può fare un uso migliore di questa graffa da cucina rockstar. Da scongelare a riempirlo fino a cuocerlo, ci sono alcune regole che devi seguire per la pasta sfoglia più raffinata e più burrosa di questo lato del Mississippi (e forse anche dell’altro).

1. Non preoccuparti di produrlo da zero

Il processo di creazione della tua pasta sfoglia richiede molto tempo e molto lavoro. Certo, vale la pena farlo una volta, ma Perry ammette che non è un compito che affronta prontamente da quando si diploma alla scuola di cucina. Per crostate, torte e dolcetti di tutti i giorni, basta comprare un pacchetto di roba congelata. Ma attenzione: non tutta la pasta sfoglia è creata uguale, il che ci porta al prossimo punto.

Gli spinaci sono molto più divertenti da mangiare in un pacchetto di pasta sfoglia. Foto: Romulo Yanes

2. Cerca le varietà di burro integrale

Molte marche di pasta sfoglia surgelata tagliano il burro con olio vegetale. Vale la pena cercare e acquistare i marchi di tutto burro (il nostro preferito è Dufour). “Questo è sia per il gusto che per il sapore”, dice Perry, spiegando che la pasta sfoglia all-burro risulterà in quegli sfiziosi strati di pasta, simili a quelli di una crosta di torta. La pasta sfoglia a base di olio vegetale può avere un sapore oleoso e un sapore “spento”.

3. Utilizzare immediatamente dopo lo scongelamento

Lasciate scongelare la pasta sfoglia in frigorifero o sul piano di lavoro seguendo le istruzioni del pacchetto e usatela non appena è flessibile e lavorabile. Non sei arrivato al tuo progetto di cottura? Non farlo scongelare nel congelatore e ricongelarlo. Basta tenerlo in frigo e affrontarlo domani. (Ma sicuramente non aspettare il giorno dopo, è meglio quando è fresco.) Uno degli errori più grandi che puoi fare è lasciarlo sul bancone troppo a lungo. Un’atmosfera a temperatura ambiente farà appassire la pasta sfoglia e diventerà floscia. Questo, a sua volta, farà aderire gli strati e renderà quasi impossibile lavorare con loro. Se la pasta sfoglia diventa troppo morbida, riporla in frigorifero per 20 o 30 minuti prima di andare avanti.

4. Ma congelatelo brevemente prima di cuocere

Una volta raggiunta la forma desiderata (sbuffi, palle perse, ritagli, ecc.), Perry consiglia di posizionare la pasta nel congelatore su una teglia rivestita di carta forno. Le temperature fredde rassoderanno la pasta, il che significa che il burro nell’impasto si scioglierà più lentamente. Il burro più lento fa sì che la pasta tenga la sua forma, piuttosto che piangere e diventare sbilenca.

Queste crostate di prugne sono facili da preparare, grazie ad una crosta di pasta sfoglia. Foto: Christina Holmes

5. Tratta come faresti qualsiasi altro impasto

Solo perché la pasta sfoglia non è fatta in casa non significa che non abbia bisogno dello stesso amore e attenzione degli altri impasti. Sii gentile nel maneggiarlo, lavora in modo rapido ed efficiente (troppa manipolazione lo rende difficile) e stendilo su una superficie leggermente infarinata. Ruota la pasta mentre cuoce per evitare i punti caldi del forno, e considera l’uso di una teglia di vetro (per le torte), in modo da poter vedere il fondo e quanto velocemente sta rosolando. La doratura superiore è troppo veloce? Spostalo nel terzo inferiore del forno. Tutto ciò che il tuo impasto può fare, anche questo può farlo.

6. Preparare correttamente prima di cuocere

Fare fatturati o “pacchetti” in miniatura? Usa un lavaggio a uovo per sigillarli e aiutarli a mantenere la loro forma. Come bonus, l’uovo aiuterà la tua pasta sfoglia a ottenere quell’ambita lucentezza dorata. Se stai preparando una sfoglia ripiena, ad esempio, ad esempio un tortino, puoi tagliare alcune prese d’aria nell’impasto in modo che l’aria calda possa fuoriuscire e circolare mentre cuoce. Salta questo passaggio e avrai un interno fradicio. E non dimenticare di preriscaldare correttamente il forno: un forno caldo (oltre i 400 gradi) è l’ideale, perché la temperatura più elevata è ciò che crea vapore. Il vapore è ciò che lo rende “puff” e, naturalmente, infonde una tonalità dorata.

7. Non sprecare i tuoi scrap

Mai e poi mai gettare gli scarti di pasta sfoglia! Se i ritagli o le crostate ti lasciano con le estremità della pasta sfoglia, lavali con l’uovo e aggiustali con lo zucchero alla cannella o il parmigiano grattugiato e cuocili su un foglio rivestito di pergamena. Potrebbero non sembrare perfetti, ma è impossibile resistere.

Scopri le nostre ricette preferite di pasta sfoglia, per tutto, dagli antipasti ai dessert.