Tutto il necessario per mangiare a Kyoto, dalla pelle di pollo al gelato al tofu

Se Tokyo è New York City con più neon e sake, Kyoto è Seattle con santuari e templi in più. È una città così rilassante che all’inizio non si nota la vivace scena del cibo che si trova sotto. Tra le case di geisha e le strade di ciottoli, troverai ogni cibo giapponese che desideri (e alcuni che non sapevi di aver desiderato) senza la frenesia di Tokyo, quasi tre ore a nord-est con un treno ad alta velocità. Cammina per Kyoto o, meglio ancora, prendi una bicicletta: ci sono affitti dappertutto. Perché per tutti gli spiedini di pollo alla griglia, maiale croccante e spaghetti che stai per gustare, sarà saggio continuare a muoversi. Ecco dove fermarsi lungo la strada.

1. Kaiseki But Modern

Questa città giapponese è fondamentalmente dedicata a mantenere viva la storia così-non c’è da sorprendersi-è il posto dove andare per il kaiseki, l’elaborato pasto tradizionale di un’ora basato sulla stagionalità. Al Giro Giro Hitoshina, spogliano la pretesa e l’alto costo e sub in giovani chef, alcolici e una cucina aperta circondata da banconi di legno scuro e posti a sedere in stile bar. La cena multicourse potrebbe includere il calamaro fritto più piccolo che tu abbia mai visto o una tempura stagionale con piselli e gamberetti. È chiassoso, perennemente popolare, e l’unica prenotazione che devi assolutamente prenotare!

kuzukiri noodle service kyoto
Foto di Waki ​​Hamatsu

Servizio di noodle Kuzukiri presso la casa da tè Kagizen Yoshifusa Honten

2. Insapora tutto

Se vuoi, puoi sopravvivere solo su questa santa trinità di piatti iconici:

udon: Ordina i fritti spaghettini di farina di frumento a Omen, dove sono scivolosi ma robusti, ottimi per immergere nel brodo sul lato.

Soba: A Honke Owariya, che secondo come riferito iniziò a fare soba per il Palazzo Imperiale nel 1700, i locali bevevano rapidamente i noodles di grano saraceno, altrimenti perdevano la loro consistenza. Ma la parte migliore potrebbe essere l’elisir soba-acqua calmante e ristoratore che viene servito alla fine del pasto; pensa al brodo di ossa ma più mite.

Ramen: Alcuni dei migliori si trovano proprio all’interno della stazione di Kyoto. Otto bancarelle servono ciascuna una versione regionale diversa, dal famoso miso ramen di Sapporo al kitakata ramen di maiale carico di pancia dalla regione di Fukushima fino al minaccioso “ramen nero” del distretto di Toyama, così chiamato per il suo brodo di salsa di soia.

Kyoto tsuki pancake
Foto di Waki ​​Hamatsu

3. Dillo con noi: Okonomiyaki

Questa classica frittella salata combina maiale, gamberetti, cavoli e altro per uno spuntino pomeridiano disordinato. A Manmaru no Tsuki, questo mash-up saporito si trasforma in un capolavoro, realizzato in un cerchio incontaminato con strisce parallele di maionese e una cospicua spruzzata di alghe secche che corona la cima. È nel menu con una varietà di altri pancake, come il negiyaki in stile Kyoto, che ha un profilo più sottile. Gli ospiti in genere li apprezzano mentre riposano su tappetini accoglienti, spesso in mezzo a qualche giro di birra economica. Nessun pisolino, per favore!

4. Prendi quel Yakitori

Hitomi serve il pollo più appetitoso che tu abbia mai, per lo più in forma di spiedino alla griglia. C’è una ciotola di pelle di pollo croccante con ponzu e ravanello grattugiato che ti fa chiedere perché mai hai sprecato il tuo tempo con qualsiasi altro pollo fritto prima. Anche i cuochi
Colpisci i colli di pollo, le gambe, i cuori e, se hai voglia di masticare, la cartilagine ingannevolmente gustosa, il tutto cotto a fuoco aperto.

Kyoto make your own sushi
Foto di Waki ​​Hamatsu

Fare il sushi sembra un po ‘come se qualcuno stesse per dipingere

5. Crea il tuo sushi

FAI DA TE. rotoli che non si sentono totalmente kitsch? È possibile. A Awomb, un ristorante e un negozio che vende ceramiche minimaliste, il sushi viene decostruito su una grande lavagna. Il pesce, il condimento e la verdura sono distribuiti come una tavolozza di artisti, con nori, riso e un rullo di bambù sul lato. Soliti sospetti (salmone, per esempio, o bonito) finiscono nello stesso morso di cose come patate dolci e radici di loto. Non dimenticare di “grammare tutto prima”.

6. Tofu come non l’hai mai fatto prima

Andare a Kyoto senza mangiare il tofu è come andare a Parigi e non assaporare un cornetto. Shoraian, devoto a tutte le cose di soia, è un tranquillo tempio culinario nella famosa foresta di bambù della città. Togli le scarpe, siediti sui tatami e ti ritrovi a sussurrare ai tuoi compagni mentre bevi il tè, fissi fuori dalla finestra il fiume ,i e assapora questi stili:

Yudofu: Il tofu nella sua forma più semplice, è bollito in acqua calda insieme a un foglio di kombu. Dimostra quanto possa essere eccezionale il tofu, dalla texture setosa al gusto pulito.

Agedashi: Morbido tofu ricoperto di fecola di patate, poi fritto e sormontato da scalogno, per immergersi in un brodo dashi-soia-mirin.

Yuba: Strati di pelle di tofu che hanno un sapore quasi burrata, come una versione più morbida e cremosa della pasta fillo.
Gelato: sì! È supersmooth e vanigliato nel sapore ma meno prepotentemente dolce.

matcha kakigori shaved ice kyoto
Foto di Waki ​​Hamatsu

7. Tea Up, Two Ways

È sorprendente che il fiume Kamo di Kyoto non sia colorato di verde da tutto il matcha che attraversa questa città. Detto questo, questi sono i due modi migliori per immergersi:

OG: A Kagizen Yoshifusa Honten, il matcha è spesso e i server indossano costumi tradizionali. Sorseggiate lentamente la vostra bevanda calda e erbosa per qualcosa di rigenerante o optate per il matcha ghiacciato con sciroppo semplice.

Moderno: I locali alla moda che infestano Pass the Baton, una casa da tè incontra il negozio vintage in un’affascinante strada nel cuore di Gion, per andare al grande matcha kakigōri (ghiaccio tritato). Poi forse provano alcuni bigiotteria e pompe retrò.

Kyoto chef tonkatsu
Foto di Waki ​​Hamatsu

Takahiko Yamanaka è fuori dal suo ristorante e si sta comportando da stupida con Miss Piggy

8. È il momento del crunch

Troverai punti tonkatsu indaffarati a tutte le ore; queste succulente cotolette di maiale con crosta di panko croccante sono la religione in Giappone. Yamanaka è un piccolo posto in cui lo chef si è specializzato nel maiale per mezzo secolo. Non parla inglese, ma troverà comunque un modo per comunicare mentre sottolinea le sue immagini sfacciate di Babe e Miss Piggy che adornano le pareti.

9. Cosa stai bevendo?

Non entrare in nessun bar a Kyoto, trovane uno che ha una particolare specialità alcolica.

Abbandonare: Il tranquillo otto-posto Yoramu è diretto da un espatriato israeliano che ti istruisce nel modo giusto per scegliere il vino di riso fermentato. I voli sono sotto i $ 15; i sapori vanno dal cocco al fungo.

Per il Gin: Il caffè frullato diurno Nokishita711 si trasforma in un piccolo bar durante la notte, con un’impressionante selezione di gin artigianale globale. I cocktail sono qui, come il Laundry & Tonic, realizzati con gin lavanda, rosmarino e pepe.

Per la birra: A Before9, ci sono otto birre giapponesi alla spina, come Whole-Heartedness, un IPA di Kyoto. La lounge riproduce classici film samurai e serve anche patatine solide.

Kyoto squid
Foto di Waki ​​Hamatsu

Calamaro della lucciola al mercato di Nishiki

10. Attività di mercato

Il mercato Nishiki non è solo uno dei migliori mercati in Giappone, è uno dei migliori mercati. Lo spazio esterno pulito e coperto offre frutti di mare eccellenti, snack salati e in salamoia tutto in salamoia. Jostle per lo spazio alle bancarelle con i locali e gli chef, che vengono presto. Ecco la nostra lista totalmente arbitraria di prelibatezze che vale la pena cercare: shiso torte di riso, tortine di patate dolci, sesamo morbido, mochi di tè verde, daikon conservati, spiedini di sashimi, zucche sottaceto in feccia di saké, bignè al cioccolato, polpette di polpo fritte (takoyaki) e calamari ripieni di uova di quaglia.