Sentiti come un gigante in uno dei più piccoli e piccolissimi bar sulla terra

Tutti amano un minibar ben fornito. Invece di adorabili bottigliette rannicchiate ammucchiate in un angolo di una generica camera d’albergo, tuttavia, pensate: uno spazio verso il basso ridimensionato che contiene solo pochi sgabelli in meno di 200 piedi quadrati.

Alcuni istituti piccolissimi stanno facendo una pesante dose di kitsch e forse persino di Guinness World Records. Altre sono dannatamente serie e incentrate sul laser su ciò che viene servito. Indipendentemente da ciò, spero solo che tu sia in buona compagnia, perché in particolare non c’è modo di sfuggire a Guy (sai, chi pensa che tutti debbano conoscere le sue teorie sulle elezioni) quando il bar non è nemmeno abbastanza grande da adattarsi ai membri della tua famiglia nucleare. Facciamo un piccolo tour, dobbiamo?

L’accogliente e sofisticato sedile a sei posti Sala Degustazione Casa Dragones aperto questo mese a San Miguel de Allende, in Messico. Casa Dragones produce la sua tequila in piccoli lotti a Tequila, Jalisco, naturalmente, ma l’azienda mantiene una forte presenza a San Miguel. Studio di design Meyer Davis ha modellato lo spazio del gioiello situato all’interno della Dôce 18 Concept House, dove si adatta con i rivenditori e i designer di alto livello artistico. (Non è sicuramente la location da suggerire ai tuoi amici backpacking, Lonely Planet).

casa-dragones-degustazione-camera-tiny-bar-2
Per gentile concessione di Casa Dragones

Foto: per gentile concessione di Casa Dragones

Sotto l’occhio dell’interior designer Gloria Cortina, massicce pietre sono state raccolte nei campi di agave di Casa Dragones a Jalisco per le circa 4.000 tessere di ossidiana che rivestono in modo drammatico le superfici della stanza. Bertha González Nieves, Co-fondatrice e CEO di Casa Dragones – e la prima Maestra Tequilera femminile certificata dall’Academia Mexicana de Catadores de Tequila – spiega che in questo spazio così ristretto “possiamo avere una conversazione approfondita e approfittare di educare realmente le persone tequila. “Ci sarà sempre un esperto di tequila a portata di mano per i sei sippers (più una manciata di altri mecenati che sono disposti a stare in piedi), ma quando il programma di residenza dei mixologist in visita prende il via, questo vicino accesso a Jim Meehan e Dave Arnold andrà veloce.

backdoor-tiny-bar
Per gentile concessione di BackDoor43

Foto: per gentile concessione di BackDoor43

La sala degustazione Casa Dragones sembra decisamente spaziosa rispetto a Flavio Angiolillo’s BackDoor43, inaugurato nel 2015 a Milano, inizialmente funzionante come magazzino e sala di produzione del ghiaccio per il suo cocktail bar della porta accanto, Mag Cafè. “Abbiamo deciso di offrire ai nostri ospiti un’esperienza che non possono provare altrove nel mondo”, dice del suo ultimo progetto nel distretto dei Navigli di quella città. Questa missione si traduce in due posti che fronteggiano 300 bottiglie di alcolici pronto per essere servito pulito, in cocktail classici o creazioni su misura.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

“Lavorando in un bar così piccolo, possiamo essere concentrati al 100% sui nostri clienti e creare cocktail perfetti su misura”, spiega Angiolillo. Ogni prenotazione ti porta due ore, con un massimo di quattro clienti che riescono a negoziare il tempo di sgabelli da bar quando bevono richieste che si esauriscono all’interno del gabinetto di curiosità di Angiolillo. Per i bevitori che non riescono a vedere le meravigliose pareti rivestite di legno e le scaffalature piene di bottiglie e tchotchke, c’è una finestra a piedi. Il menu #Streetdrink semplificato e il set di regole pubblicate su come ordinare aiutano a mantenere le cose senza intoppi.

Gli aspiranti futuri sostenitori di BackDoor43 sono invitati a non allarmarsi quando qualcuno in una maschera di Guy Fawkes prende l’ordine e prestare molta attenzione alla regola n. 4: non provare ad aprire la porta chiusa.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Nel frattempo, il super-accogliente Black Horse London Pub di San Francisco è stato a lungo preparato per la crisi immobiliare di quella città. Proprietario James King non gliene frega niente delle tendenze di mixology. Con 19-da-7 piedi con cui giocare, il business della birra e del contante e il suo bar a forma di L ha abbastanza sgabelli per ospitare comodamente il Brady Bunch – e può essere Alice.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Bottiglie e lattine di birra, e occasionalmente sidro, siedono sul ghiaccio in una vasca con artigli dietro il bancone per il primo arrivato, servono prima i clienti e sono disponibili anche piatti di formaggio per coloro che si sentono un po ‘affamati e disposti a condividere con i loro vicini. L’arredamento è più la tradizionale atmosfera da bar locale, con cianfrusaglie e cimeli e uno schermo piatto incuneato in un angolo. Un bersaglio per le freccette può essere rischioso in qualsiasi ambiente potabile. Quindi, meglio stare alla larga da quello pubblicato sulla parete di fondo del Cavallo Nero, nella misura in cui farlo è persino possibile.

Correlati: I 5 migliori bar americani che abbiamo bevuto quest’anno