L’Etimologia della menta di parola

Ade è un cagnaccio

La menta può sembrare una pianta felice – può crescere quasi ovunque, ha un ottimo sapore in tutto e torna ogni anno – ma nasce dalla violenza, dalla tristezza e dalla rabbia gelosa. La storia racconta che nel passato, Ade aveva una fidanzata, una naiade di nome Minthe, che aveva avuto la sfortuna di vivere in un fiume che attraversava gli inferi. Non è chiaro se ha fatto la seduzione, o se Hades ha lavorato con il suo fascino da signore del morto, ma in entrambi i casi hanno finito per “sborsare” molto.

Ma poi, come gli dei alati greci sono soliti fare, Ade decise che aveva bisogno di qualcuno di nuovo nella sua vita, e andò a rapire Persefone. Il fallout più famoso della decisione di Ade di rapire una nuova amica fu che sua madre, Demetra, imprecò contro la Terra, ma poi fu disperata per maledire la Terra per la terza parte dell’anno in cui Persefone rimase negli inferi (da cui inverno ).

Ma Minthe finì per ottenere il peggior affare da tutta la situazione, di gran lunga. Quando Ade riportò Persefone al suo posto (e tenete a mente che era già abbastanza arrabbiata per essere rapita), scoprì che Hades era già stato in qualche modo uscito con Minthe, si arrabbiò e iniziò a calpestare Minthe nel terra. Stomping! A questo punto, o il calpestio appena dritto trasformò Minthe in una pianta (menta), o intervenne Hades e ottenne il compromesso di trasformare la sua ex in una pianta, invece di lasciarla completamente calpestata da Persefone.

Non è bello, in entrambi i casi. A causa di ciò (o viceversa, a seconda di quanto pio sia un greco antico), la menta era un ingrediente principale in molti riti funebri dell’antica Grecia, specialmente come ingrediente in una bevanda d’orzo chiamata Kykeon (che a volte includeva anche allucinogeni! ).

Etimologicamente, è stato teorizzato che il nome di Minthe venisse in greco da una lingua ancora più antica, che la gente di lingua greca aveva cancellato dalla faccia del Mediterraneo. Nessuno è sicuro di quale possa essere sembrata esattamente la lingua pre-greca (uno dei più grandi svantaggi dell’estinzione prima dell’invenzione della scrittura), ma il suono “ennesimo” in Minthe (e i nomi dei luoghi come Corinth) è uno dei segni di possibili parole in prestito da quella lingua morta da tempo.

RELAZIONATO
Un arrosto di maiale per il pignolo (con menta!)
Mojito alla menta all’ananas
The Eat Your Words Archive