Che cosa mangia Jerry ‘Turtle’ Ferrara a colazione?

Benvenuti in My Morning Routine, dove diamo un’occhiata a come le persone (cioè le celebrità) iniziano i loro giorni. Siamo venuti a sapere Jerry Ferrara come Turtle su HBO Entourage, ma da allora ha apportato alcuni cambiamenti significativi alla vita. Ha perso 55 sterline. Aprì l’emporio sandwich Fat Sal’s. Moonlight è il sous-chef della sua ragazza. Lui è protagonista Think Like a Man, Too, * il sequel del 20 giugno al successo del 2012. Ferrara potrebbe vivere a Los Angeles ora, ma il nativo newyorkese fa ancora le cose a Brooklyn. In questa puntata, lui____ ci istruisce sul suo essenziale del mattino. È coinvolta una stampa francese. *Quindi è pepe di cayenna.

Ho davvero cambiato il modo in cui mangio. Cerco di mangiare il più sano possibile perché sono andato così tanti anni senza esserne affatto consapevole. Quando sei nella tua adolescenza e dopo i tuoi vent’anni, potresti davvero farla franca. Ora ho 34 anni e guardo, non fraintendermi: I pig out e ho momenti deboli in cui mangio pizza e pasta e patatine e gelato. Non posso vivere senza di essa. Ma lo sto provando di più guadagnare adesso.

Di solito cerco di iniziare il più presto possibile. Non sempre funziona, ma faccio del mio meglio. Alcune persone non fanno colazione, a loro non piace mangiare appena si svegliano. Ma io sono un ragazzo grande colazione. Come, la prima cosa che penso quando apro gli occhi è il caffè e il cibo.

Non ho letteralmente nemmeno i miei occhi completamente aperti e vado a preparare un caffè. Sono un grande fanatico del caffè. Ho un milione di caffettiere diverse. Sono sempre alla ricerca della tazza di caffè perfetta, che in realtà non penso esista. Sono grande nella stampa francese. Quindi di solito vado direttamente al bollitore elettrico, faccio bollire dell’acqua in due minuti, il che è sorprendente. [Va] direttamente sulla stampa francese. Spegni quel bottone … bevendo un caffè. E poi di solito faccio una frittata.

Il pepe di cayenna ha una lunga strada se ti piace un po ‘di spezie con le uova. Sono sempre stato un tipo hot-sauce con le uova. Ma se fai un po ‘di pepe di cayenna al momento giusto, non hai nemmeno bisogno della salsa piccante.

La mia ragazza è appena entrata, sta ridendo. Mi ha insegnato la cosa del pepe di Caienna. Voglio dire, non so davvero niente. Mi ha insegnato tutto.

Vengo da una grande famiglia italo-americana, quindi il cibo è molto, molto importante. Sono stato cresciuto da una madre single. Mia madre poteva fare la pasta cinque volte a settimana, cinque modi diversi, e non ti ammalavi mai. E lei era una di quelle donne che tornavano a casa dal lavoro, ci ha fatto fare i compiti, ha cucinato, poi ha ripulito, ci ha messo a letto e poi ha rifatto tutto da capo. Lei produce le migliori polpette del mondo.

Vedi, ero un po ‘un tipo, schizzinoso mangiatore quando ero piccolo. C’erano solo alcune cose che non avrei mangiato. Non mi sono mai piaciute le polpette in salsa quando ero più giovane. Ma lei friggeva polpette di carne in una padella, ed era sempre il livello perfetto di croccanti all’esterno, umido all’interno. Penso ci fossero delle briciole di pane. Mi dava sempre il primo dalla padella, su una forchetta. E mi ricordo sempre che è un lecca-lecca di polpette. Fino ad oggi, [quando] cucinerà per tutta la famiglia di domenica, preparerà una partita di polpette fritte solo per me. Adoro quelli nella salsa ora, ma quelle polpette fritte sono speciali. Ora guardo i bambini di mio fratello urlare per le sue polpette. sono come, Oh mio Dio, sta colpendo una nuova generazione.

Il mio primo ricordo di cibo – tornando a tutta la famiglia italiana – sarebbero le polpette. Ma è più grande di quello. È l’esperienza della cena della domenica sera, molto tipica a Brooklyn tra gli italo-americani. Tutte le sorelle di mia madre, i loro figli e tutti i miei cugini a casa di mia nonna. Il pane, le polpette, l’insalata, poi il corso di pasta, poi la carne nel corso di salsa, il corso di dessert.

Mia nonna e le sue tre figlie in cucina cucinano [sono] una forza della natura. In combinazione con il fatto che eravamo tutti insieme, penso che quelli siano alcuni dei momenti più felici che abbia mai avuto. Non vedo l’ora che un giorno della mia vita. Dove posso essere l’ospite di una grande cena per la famiglia della domenica sera, lo sai?

Non so come fare niente e non ho mai avuto la pazienza per questo. Ma ora che sono un po ‘più grande, mi diverto davvero e ho iniziato a cucinare con la mia ragazza un po’ di più. È una grande cuoca e non ha paura di affrontare qualcosa che non sa come cucinare e basta provarlo.

[Le nostre] notti sono di solito solo una bottiglia di vino, qualche forma di verdura e una sorta di nuovo piatto di pollo pazzo che sta cucinando. Sono il sous-chef, come mi piace chiamarlo. Andare al negozio e portare a casa tutte le cose. Sono bravo a tagliare cose. Sono bravo a cose di condimento. E sono davvero venuto per godermelo, anche se in realtà non sono io quello che cucina. La sto solo assistendo mentre sta cercando di fare qualcosa.

Ora sono simili alle mie cene in famiglia. Quei piccoli momenti a tu per tu con lei sono la cosa che preferisco fare. E finalmente ho imparato a fare una dannata omelette. Metterei la mia omeletta contro chiunque.