Amanda Peet on Going Gluten-Free … Fino a quando è una coppia beve

Il Solidarieta l’attrice è senza glutine, fino a quando non è una coppia che beve.

I VITAL

Età 44

Città natale New York City

La tendenza del ristorante che non riesce a ottenere
Menu degustazione lunghi

Piatto d’autore
Bolognese di tre ore

Cosa c’è dentro?
Carne di maiale, manzo e vitello

Una volta licenziato come hostess per
Quasi causando un incendio nel ristorante

Qual è il tuo rituale mattutino?
Sono un grande bevitore di tè. Ceylon è la mia marmellata. Sono stato nel caffè per un po ‘, ma ho uno stomaco davvero ebreo, e posso solo gestire il tè ora che sono di mezza età.

Di solito mangi una colazione adeguata?
Si. A volte le uova: una frittata o una frittata o un rospo nella buca. O pancake sani. Provo a mescolare, ma è difficile.

Cosa costituisce un pancake sano?
Farina di mandorle e avena Sembrano terribili, ma sono davvero deliziosi.

Come un newyorkese trasferitosi in California, stai ancora adattandosi all’ossessione di L.A. per il cibo sano?
Sono davvero imbarazzato nel dire questo, ma sono senza glutine. Come ho detto, ho uno stomaco da ebreo, e mi ci sono voluti 17 anni per capire se ho smesso di mangiare glutine, potrei avere uno stomaco migliore. Sono così profondamente grato, anche se trovo incredibilmente imbarazzante dire [in tono canzonatorio]: “È senza glutine?”

Quali alimenti ti mancano di più?
Pasta, pizza A volte non posso farlo. Soprattutto se prendi un martini o un bicchiere di vino in me; Sarò come [con una voce roca], ‘Puoi passare la pizza?’ Se qualcuno in un ristorante italiano ha detto, “Perché non prendi il pesce bianco?”, Direi, “No grazie, Mi piacerebbe avere pasta Alfredo per favore, o pizza con prosciutto, funghi e carciofo. ” La mia bocca sta annaffiando proprio ora, ne sto parlando. Mi manca il pane, mi manca Challah. Adoro il challah toast francese. Ma ero un grande mangiatore di pasta. Sono un bambino degli anni ’80, quindi mi sono sempre sentito come se ti sentissi un po ‘sotto il tempo, o se hai bisogno di energia, prendi una grande ciotola di pasta! Quindi mi ci è voluto davvero molto tempo per uscire da quello spazio di testa.

Sembra che tu abbia una relazione complicata con l’andare senza glutine.
Viviamo a Belfast ogni estate perché mio marito [David Benioff] corre Game of Thrones, e quest’estate ho notato molte opzioni senza glutine. Mi ha fatto davvero depresso. Ero come, ‘Il mondo sta andando davvero a piatto’.

Hai provato altre diete di moda?
C’era tutta quella cosa a basso contenuto di grassi quando ero più giovane. Se lo assaggi ora, qualsiasi cosa a basso contenuto di grassi non ha un buon sapore. Ha il sapore di prodotti chimici.

C’è qualche altra tendenza alimentare con cui non ti imbarcherai?
Ho delle figlie, quindi cerco di non avere quella mentalità di calcolo delle calorie. Cerco di non esporli a questo perché penso che le ragazze dovrebbero semplicemente fare sport e non pensare al cibo fino al più tardi possibile.

Stai cercando di assicurarti che siano aperti con il cibo?
I miei bambini sono fantastici. Non intendo suonare il mio corno, ma sono piuttosto avventurosi. Sono sempre stati. Pensavamo che potesse essere d’aiuto se mangiassero praticamente quello che era per cena quando erano bambini. Frankie è stato il mio primo, e in realtà è la migliore mangiatrice. Lei mangerà occhialini e calamari ai gamberetti, praticamente qualsiasi cosa. Diciamo sempre quello che direbbe mia madre: [con una voce imponente] “Questo non è un ristorante, qualunque cosa sia per cena è quello che è per cena!”

Qual è il piatto di tua madre che non volevi davvero mangiare?
Beh, ero abbastanza facile. Mia sorella era un po ‘più dura. Vivevamo a Londra quando stavamo crescendo e ogni domenica provavamo un ristorante di un altro paese. Andavamo in un ristorante vietnamita una settimana, poi in un ristorante tailandese, poi in un etiope. E mi piacerebbe esibire solo per battere mia sorella. Immagino sia diventata una cosa competitiva.

Prima hai menzionato vino e martini. Come prendi il tuo Martini e qual è il tuo tipo di vino preferito?
Mi piace il mio martini molto sporco e molto freddo. Mi piace un Sauvignon Blanc, secco.

Sei sempre stato nel vino?
No. Fa parte della mia crisi di mezza età. Non ho mai capito persone che bevono qualcosa alla fine della giornata. Ho pensato che fosse davvero strano e incredibilmente malsano; ora penso sia fantastico.

Quali sono i tuoi punti di forza in cucina?
Faccio un buon bolognese di tre ore con carne di maiale, manzo e vitello, e cuoce nel latte e nel vino. Poi i pomodori entrano e cuoce per tre ore. Faccio anche un pollo arrosto piuttosto buono, anche se mio marito David è un pollo arrosto davvero buono che rivaleggia con il mio. Farò cose nuove, da una ricetta. Non guarda veramente le ricette.

Ognuno di voi ha cucinato qualcosa per impressionare l’altra persona nella sua relazione?
Beh, ero troppo spaventato per cucinare per lui all’inizio. Mi ci sono voluti cinque anni o qualcosa prima di provare davvero a presentare qualcosa come cena. Perché ama tanto il cibo, ero davvero spaventato. Quindi all’inizio ha cucinato per lo più per il nostro primo bambino. E ‘stato quando abbiamo iniziato a essere a Belfast e lui sarebbe stato impegnato con le riprese che avrei preso in consegna quella parte della nostra famiglia. Ma all’inizio era davvero spaventoso perché ero così imbarazzato anche se ero stato sposato con lui [per cinque anni].

Qual è stata una delle prime cose che hai cucinato per lui?
Polli da torrefazione a Belfast, perché potresti acquistarli localmente e sarebbero già pronti per te. È stato così facile Penso che sia stato l’inizio. Ho fallito un paio di volte, come se avessi fatto un petto che era immangiabile. Di solito, durante le vacanze ebraiche, facevo qualcosa di santo cielo. Quando la posta in gioco è la più alta e la maggior parte della gente è qui, soffoco. È come se fossi un giocatore di una squadra che è inutile sotto pressione. Poi devo annunciarlo a tutti così sanno che so che è terribile.

Qual è un caso in cui hai davvero atteso il cibo sul set ogni giorno?
mi piace Solidarieta. I nostri servizi di artigianato sono abbastanza buoni, probabilmente perché siamo simili a ciò che ci piace. È divertente, perché sto attraversando questi periodi in cui sto cercando di essere sano. Questa è la parte di me che è molto attrice. Passerò attraverso questi periodi in cui sono tipo “No zucchero! Non mangerò zucchero!” E poi, sei settimane dopo, sono tipo “Chi ha un Twix? O uno Snickers? Ho bisogno di un Snickers o di un Twix!” Se ho davvero poca energia, e poi ho un po ‘di cioccolato … È allo stesso modo con il vino. Avrò mezzo bicchiere di vino e sarò tipo “Semplicemente non lo sento affatto”. Poi scenderò una quantità enorme ed è come un accumulo di 50 auto. Ragazzo, ti ho detto fin troppo!