Giada De Laurentiis diventa reale

Se hai mai guardato un episodio di Giada De Laurentiis’s Spettacolo popolarissimo della rete alimentare Ogni giorno italiano durante i giorni di gloria di Ina, Bobby ed Emeril), non avresti mai saputo che lo chef italiano era una “ragazza molto timida” che si sarebbe autodefinita e che avrebbe preferito vivere in un buco nero piuttosto che cucinare in televisione. Il nostro ultimo ospite podcast si apre sulla sua “orribile” prima stagione di Ogni giorno italiano, (sorta) competere con Ina e trattare con i fan che sembrano voler davvero toccarla.

Il suo primo editor di libri di ricette ha gettato Mad Shade

Quando De Laurentiis stava facendo shopping intorno al suo primo libro di cucina nel 2005, il primo editor che incontrò le disse: “Solo così siamo qui, non venderai mai più libri come Ina Garten”. De Laurentiis ha preso mentalmente nota a se stessa (“Sto per dimostrare che il tuo culo è sbagliato”) e ha esaurito le copie durante le prevendite. Durante il suo primo tour di libri, finì per firmare libri di cucina di Bobby Flay, Ina Garten e Rachael Ray, ma non era la sua.

A volte i fan adoranti possono essere un po ‘troppo … adoranti

De Laurentiis trascorre molto del suo lavoro interagendo con i suoi fan e gli ospiti del ristorante. La sua unica lamentela: quando la gente diventa un po ‘troppo permalosa con lei dopo qualche cocktail. “Non so che tocchino Gordon Ramsay o Jean-Georges [Vongerichten] tanto quanto amano abbracciarmi e toccarmi”, dice. “Ecco dove diventa un po ‘complicato.”

Lei consegna Diners Undercover nel suo ristorante

Per assicurarsi che il servizio e il cibo del suo ristorante Giada siano di prim’ordine, De Laurentiis di tanto in tanto assume dei commensali segreti per entrare, mangiare qualcosa e riferire. “Non posso aggiustarlo se non lo so”, dice.

La sua prima stagione di Ogni giorno italiano Era “orribile”

De Laurentiis inizialmente rifiutò l’offerta di Food Network per darle uno spettacolo. “[Food Network] era uno scherzo! C’erano due cuochi e indossavano cappelli ed era strano,” dice. “Non volevo mettere in imbarazzo la mia famiglia, ad essere onesti.” Ma alla fine ha accettato e ha filmato una prima stagione “orribile” autoproclamata. “Ero così, così maledettamente nervoso perché non ero mai stato davanti alla telecamera da solo”, dice. “Ero tipo, con chi sto parlando? Chi è questo?”

Lei a volte tradisce l’olio d’oliva

Il segreto di De Laurentiis per una sublime salsa di vodka: finisci con il burro. Nessuna eccezione.

Correlati: Giada De Laurentiis sulle parole italiane dovremmo smettere di macellare

Di questo episodio podcast ti è stato presentato Inseguire Zaffiro preferito®